Riflessioni notturne

All’alba del 4° giorno il mio corpo (e il mio stomaco che brontola malgrado il buonissimo sushi mangiato a cena) non si è ancora abituato al cambio di orario. Sono le 6 a.m. ora locale e, mentre Carlo se la ronfa senza pudore, sto cercando di memorizzare qualche parola in thailandese:

Buongiorno: sawat di khrap

Grazie: kop khun khrap

Si: tchaï

No: may tchaï

Dato che non ho nient’altro da fare e che ancora per qualche giorno avrò accesso a internet illimitato, scrivo qualche parola per inaugurare il blog..

Bangkok a primo impatto è caotica ed imponente: palazzi giganti, ampie strade,.. e puzza. Aveva ragione l’Yvonne. Inizialmente non ci dava fastidio, ma più passano i giorni e più ad ogni passo veniamo a conoscenza di una fragranza diversa, che sia aroma di cibi strani, smog, puzza di rifiuti per strada (con tanto di simpatiche pantegane), etc.

Poco male, perché puzziamo anche noi. “Questa maglia profuma ancora di casa” -cit. Zio Ivan, è stata una massima che ci ha accompagnato purtroppo per troppo poco tempo..

Ieri abbiamo fatto un giro sul canale Khlong Mon.Questa è la “vecchia” Bangkok: una vera e propria città nella città, fatta di case in legno di teak affacciate su un fitto sentiero di canali (Khlongs). Durante il tragitto ci affiancavano altre imbarcazioni con a bordo delle persone del posto che cercavano di venderci qualsiasi cosa. La povertà che si vede per le strade di Bangkok non è niente in confronto a quella che si vede in questi canali.. e gli abitanti non sembrano nemmeno accorgersene.

Avevamo un piano su dove recarci, quando una signora per strada ci ha fermato e augurato buon anno, chiedendoci da dove venissimo. Poi, dopo un monologo in quello che doveva essere inglese ma che suonava più come sanscrito, ha tirato fuori dalla borsa un taccuino su cui ha scritto una lista di luoghi da visitare, ha fermato un “tuk-tukaro” e gli ha chiesto di accompagnarci in ognuno di questi posti contrattando per noi un prezzo di soli 40 baht (poco più di 1 fr. – prezzo che non siamo mai più riusciti a contrattare con altri). Ci ha poi salutati con il tipico inchino e le mani congiunte augurandoci ogni bene.

Per qualche secondo ho cercato di capire -tipica mentalità occidentale (e da economista..)- in che modo ci avesse guadagnato (magari il tuk-tukaro era suo parente, il quale faceva finta casualmente di aggirarsi nei dintorni), sebbene fossi a conoscenza dell’innata gentilezza ed ospitalità del popolo asiatico (P.J. in primis me l’ha decantata a lungo)… per fortuna che ci ha “scombussolato i piani” quella gentile signora..

Lucky Buddha @ Wat Thai

Rooftop Skyline @ Above ElevenM

Monks praying @ “Big Buddha” Temple

Un signore, che ci ha visti vagare per il Wat Thai, ci ha accompagnato e fatto pregare Lucky Buddha, spiegandoci che in Thailandia al 90% sono buddhisti, all’8% sono musulmani e al 2% cristiani: “a mix of religions, all living in harmony“. Poi si è fermato a chiederci di noi e a raccontarci la sua storia.

Il sole sorge, vado a magnà. Alla prossima 🙂

8 Replies to “Riflessioni notturne”

  1. Grazie Tesorino per condividere le tue/vostre esperienze con noi…
    Sarà certamente una grande avventura, molto arricchente e che porterete con voi tutta la vostra vita.
    Buon divertimento! 👍😊
    Papà

    1. Grazie 💝 tvb

  2. Ciao Giada 🙂 vedo che il vostro viaggio è iniziato. Ho letto le tue parole e non potrei essere più d’accordo. Bangkok ti travolge e gestirla è un lavoro (contrattare su tutto diventa pesante a volte). Le persone sono molto cordiali è vero, ma sbucano da tutti gli angoli con offerte di ogni tipo. Agli odori forti e nauseanti non ci si abitua mai, concordo!!
    E il cibo?!? Il “not too spicy” spesso per noi occidentali equivale ad andare a fuoco per quanto è piccante e speziato.
    Se vi resta tempo vi consiglio di vedere anche uno dei mercati notturni…
    Vi auguro un buon proseguimento di viaggio e leggerò volentieri ogni vostro aggiornamento.
    Per me è quasi ora di tornare a casa…

    1. Scusa se rispondo solo ora! Si hai ragione, sia per i sapori che per il resto😁 non siamo riusciti a vedere il mercato notturno ma penso che lo vedremo prima di tornare a casa!! Grazie mille😊 hai passato delle belle vacanze qui? Ora sei tornata alla vita normale? Un abbraccio

  3. Sergio Soares says: Reply

    Grande Giada! Belle parole e foto!
    Buon appetito e alla prossima 😉

    1. Grazieee! Ci vediamo domani 😃

  4. Carissimi, sono felice che potete fare quest esperienza!!! Sono come delle lezioni importantissimi x la vostra vita futura!! ❤️ Yvonne

    1. Grazie Yvonne! 🧡 sicuro un’esperienza indimenticabile! Scusa della tarda risposta

Lascia un commento anche tu :)

%d bloggers like this: